Where is WYW

domenica 17 febbraio 2013

Budapest | Terme Szecheny

Un tuffo dove l'acqua più calda. Un bagno di vapore naturale, il contrasto tra il freddo e il caldo. Tutto questo è dovuto alle numerose fonti naturali sotterranee esistenti nella capitale ungherese.
Provare questa sensazione quando fuori ci sono -6° provoca una sensazione fantastica alla pelle che fin da subito si irrigidisce lasciandosi poi ammorbidire dalle piccole onde provocate dalle persone all'interno della vasca esterna dei Bagni Szecheny che si trovano nel parco Varosliget.
Entrando nell'ingresso principale sarete subito assaliti dalle signorine che portano in mano strane cartelle e con queste vi illustreranno in un perfetto inglese le combinazioni più adatte per voi. Infatti è una di loro che ci spinge a optare per una cabina privata e più intima piuttosto che per un armadietto, per un totale di 9100 Fiorini (31 euro).
In realtà l'intimità della cabina si manifesta nella semplicità di un armadio vicino a molti altri, in cui ci si può rifugiare per indossare il costume. Per lo meno da qui si ha una vista sulla piscina esterna.

Terme di Budapest, Ungheria, 2013

Siamo prnti, ma ci manca un asciugamano che recuperiamo tranquillamente ai piani inferiori. Qui infatti c'è la possibilità di noleggiare ciabatte, asciugamani e costumi, ognuno a suo prezzo e deposito.

Finalmente inizia la nostra avventura. Una volta usciti il freddo ci assale e il nostro asciugamano sembra già cartapesta.
La strada non è molta e prontamente ci tuffiamo in piscina ed è qui che inizia il nostro relax. Questo è durato finché non abbiamo notato che a intervalli regolari, il centro della piscina emetteva una forte corrente centrifuga che faceva girare in senso antiorario chiunque vi si trovava nel mezzo.

Come non poter pensare a Maratonda in quel momento  Ovviamente ci siamo buttati nella mischia con canzoncina inclusa.
terme di Budapest, Ungheria, 2013

Proviamo a risfidare il freddo e usciamo dalla vasca esterna per raggiungere quelle interne. Qui non sono stata assalita dalla meraviglia e lo stupore come per il resto dell'edificio tipicamente d'architettura turca. Di fatti l'interno è più a un ospedale psichiatrico, lo ricordano i colori, le porte e il personale in camice bianco.

In ultimo vi informo che durante la giornata è possibile sottoporsi ad alcuni tipi di trattamenti del corpo, la prenotazione è consigliata. 
Piantina terme Budapest, Ungheria, 2013
All'esterno è presente una piscina olimpionica (gelata) in cui è  obbligatorio l'uso della cuffia. Ricordatevi inoltre il vostro bagnoschiuma e shampoo.


10 commenti:

  1. Oh, ma che bel posticino! Vi ci vedo in ammollo nelle piscine, però che coraggio uscire all'esterno con quel freddo...brrr!
    Baci baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora ci vorrebbe proprio dopo le nostre 32 ore in treno su hardseat per arrivare a Chengdu . Cara Miss mi spiace un sacco non poter leggere i tuoi bellissimi post a quanto pare anceh tu sei stata colpita dall'ondata ci censura cinese.

      Elimina
  2. Ciao ragazzi! Allora come vi pare questa Cina?? Bello il bagnetto a -6° che avete fatto in Ungheria... in effetti un relax così ci vorrebbe dopo ogni tappa :-D
    Un bacione e a presto!
    Francesca
    ___
    http://thetraveldiaryblog.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Cina è un insieme di sapori e odori di rumori di voci che si alzano a qualsiasi ora. Purtroppo la nostra sfortuna è stato proprio il capodanno cinese, a causa di questo non stiamo riuscendo a vedere molto. i treni sono sempre super pieni e anche i bus non abbiamo trovato un modo per spostarci e vedere ad esempio l'esercito di terracotta :(

      Elimina
  3. ci sono stataaaa!! sono meravigliose!ragazzi ma non eravate già in cina?
    ad ogni modo, bravi, spassatevela!!! buona continuazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si siamo in Cina, ma ogni tanto vi facciamo fare un passo indietro per farvi assaporare qualcosa di più dei paesi in cui siamo passati. :) Grazie Vaty non sai quanto mi spiace non riuscire a vedere il tuo blog da qui :(

      Elimina
  4. ciao irina e andrea, siete in gambissima!!! e' un'avventura super, state facendo sognare un pò anche me, siete grandi.
    Un abbraccio grande grande grande, maria (amica di ornella e adriano)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah Grande Maria GRazie mille speriamo di continuare così :) un abbraccio dalla Cina

      Elimina
  5. Conosco qualcuno che dopo un bagno così ha avuto 39° di febbre... che sfortuna! Io quel coraggio non ce lo avrei di sicuro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come no...non ci credo sei una donna così avventurosa ;) non sono niente in confronto a tutto a quello che hai fatto tu :)
      Meno male che a noi non +è venuta la febbre se no te le spiego le 22 ore in pullman tra Budapest e Kiev :)

      Elimina

Hai voglia di dire la tua agli amici WYW?
Lascia un commento nella casella qua sopra.
Dopo aver scritto ti basterà aprire la tendina che trovi dopo "commenta come".
Se non hai un account google, potrai scegliere tra due opzioni:
-Nome/Url: dove basterà compilare lo spazio inserendo il tuo nome
-Anonimo
Infine premi pubblica

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...