Where is WYW

lunedì 24 settembre 2012

Bergen | Tra fiordi e montagne

Dopo un viaggio in auto dall'Italia con lo scopo di arrivare in Norvegia eccoci nella città di Bergen che meglio rappresenta il fondersi della modernità con la vecchia storia. Le caratteristiche del luogo penso che siano gli elementi naturali: acqua e terra.

Foto by Specchionero.net
Iniziamo dall'acqua: il protagonista è il mercato del pesce, fantastico scorcio della piccola Bergen antica. Viaggiamo tra questi banchi pullulanti di pesce fresco, senza andare in apnea, questo perché tra il ghiaccio troviamo anche piatti pronti da consumare tra le bancarelle che emanano degli ottimi profumini. I colori sono un continuo contrasto tra caldo e freddo, si sprigionano come una luce variopinta grazie ai ragazzi sorridenti che a quanto abbiamo capito sono per lo più stranieri e vengono a Bergen per la stagione estiva, proprio per lavorare al mercato del pesce, dal momento che la paga è ottima. 
Bergen, Norvegia, Agosto 2010

Conducendo un passo dopo l'altro in questo sentiero marino, arriviamo alle ultime poche e sparpagliate bancarelle che vendono salame di renna, alce, pellicce e gioielli. Alla fine di questi continui odori, si arriva al Bryggen. Qui troverete magnifiche casette di legno antico che si affacciano sul fiordo, dovrete cercare bene per trovare oggetti originali, pertanto vi consiglio il Galleri Bryggen storico negozio di articoli nordici. Molti ristoranti qui servono balena, se la pietanza vi può interessare, i miei compagni di viaggio hanno approfittato dell'occasione e ne hanno preso un piatto in tre.

Qui nel Bryggen c'era la parte che più preferisco della Norvegia, la loro storia fatta di legno e contrasti marini e montani, un paesaggio storico che si alimenta della natura che lo circonda. Il Bryggen è tutto questo, è odore di affumicato, è rumore di scricchiolii e il sentore di umidità trattenuta dalle travi ed emanata dal fiordo.
Cosa non farsi mancare in tutto questo? sicuramente il giro in nave per il fiordo, dove potrete vedere ogni particolare assaporando una natura incontaminata. La nostra fortuna si è manifestata nel vedere una bellissima foca appisolata su di una roccia grazie ad un capitano brillo che attirò la nostra attenzione con questa frase: “Did you see the seal?”
Foto by Specchionero.net
Poi arriva l'elemento della terra. Per arrivare al suo sprigionarsi si deve tornare indietro dal Bryggen e prendere il sentiero opposto, che si addentra tra le bianche casette di legno e dopo aver spiato in qualche finestra prendere un qualunque sentiero che vada ripido in salita e da li trovarne uno più grande che vi porterà entro un'ora e trenta in cima, seguite gli anziani con noi ha funzionato.
Bergen, Norvegia, Agosto 2010
Durante il tragitto non spaventatevi se l'aria incomincerà a farsi umida e la vista si offuscherà, è tutto normale, siete appena entrati in una delle bassissime nuvole della Norvegia. Il percorso si inerpica avvolto da una coltre di piante di enormi dimensioni che impediscono perfino alla luce solare di toccare terra. Una volta arrivati sul monte, potrete scovare pecore dormienti, comparse come per magia sulla cima così come dei troll appesi ad alberi e uno enorme vicino un bistrot. 
Bergen, Norvegia, Agosto 2010
Vedere la città dall'alto è veramente toccante ma quello che rende davvero speciale il tutto è il tragitto immerso nel verde, tra altissimi alberi dalle fronde penzolanti e sentieri tracciati sul terreno; lo specchio perfetto del nostro lungo viaggio partito dall'Italia fino alla Scandinavia, dove il bello non è stato soltanto vedere il paese nordico ma anche attraversare una miriade di città e paesaggi che chilometro dopo chilometro lasciano un segno nel cuore.
Bergen, Norvegia, Agosto 2010
♀ WYW

16 commenti:

  1. questo è proprio uno spettacolo.
    Di quello che alimenta la voglia di partire...subito!

    RispondiElimina
  2. Molto bello e molto ben descritto... Non sono mai stato in Norvegia anche se mi piacerebbe: purtoppo i fondi sono limitati e non si può andare dappertutto. Sembra quasi incredibile che un posto del genere sia anche la culla di un genere di heavy metal abbastanza violento :-)
    Ciao a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. True Norwegian Black Metal così lo chiamano nel nostro ambito ;) Forse queste langhe isolate d'inverno ispirano questi ritmi incalzanti. La Norvegia è molto molto cara, io consiglio di mettere da parte un bel gruzzoloetto per visitarla bene, ma ne vale proprio la pena soprattutto per gli amanti della natura come te e per chi ama la storia come Giovy ;) Noi ci vorremmo tanto tornare, ma con il camper!!

      Elimina
  3. Ma che bel posto, sicuramente da scoprire! Complimenti ;)

    carried-by-the-wind.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero un bel posto, ma come ho già detto il bello sta nel viaggio per arrivare fin qui ;)

      Elimina
  4. Un viaggio da ricordare! I paesi dell'Europa del nord mi affascino molto e con il vostro articolo sono ancor piu' convinto della bellezza di questi luoghi anche se un po' freddini, sicuramente da non perdere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi dirlo forte!! Il Nord Europa è sempre molto affascinante. Il clima in alcune gionate è stato davvero rigido, anche se era Agosto. Alcune notti in tenda sono state una dura prova da superare, soprattutto a Bergen.
      Però anche il gelo del Nord Europa ci piace. Fa parte del contesto.
      é bello potersi ricordare di quella mattina che ci siamo svegliati con i piedi congelati. Li ci siamo accorti di essere in Norvegia.

      Elimina
  5. Chissà se il mio amico G., da tanti anno emeigrato in Norvegia, conosce nbene questi siti...

    RispondiElimina
  6. Secondo noi conosce di sicuro Bergen, questa città è molto famosa tra i fiordi Norvegesi si sente sempre parlare di lei! Che bello vivere in Norvegia, mi piacerebbe sapere come si vive in inverno in questo freddoloso paese. :)

    RispondiElimina
  7. Risposte
    1. Hai usato la definizione più adatta per la magica Bergen :)

      Elimina
  8. che spettacolo e che bella descrizione....davvero...grandi raga fate vivere e rivivere tutti i paesaggi che avete visitato...grazie a voi mi sono venute in mente un sacco di cose....continuate cosi!!!

    Red

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condividerai con noi le tue strane idee un giorno? Grazie a te alla fine anche tu hai partecipato a questo bellissimo viaggio ;)

      Elimina

Hai voglia di dire la tua agli amici WYW?
Lascia un commento nella casella qua sopra.
Dopo aver scritto ti basterà aprire la tendina che trovi dopo "commenta come".
Se non hai un account google, potrai scegliere tra due opzioni:
-Nome/Url: dove basterà compilare lo spazio inserendo il tuo nome
-Anonimo
Infine premi pubblica

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...