Where is WYW

lunedì 30 aprile 2012

The New York Loft Hostel



Giudizio di WYW          :) :) :)




New york Loft Hostel, NY, USA, Agosto 2011


Questo ostello ci ha particolarmente affascinato

più per la zona che per l'ostello. Infatti dopo essere arrivati in una notte piovosa e dopo la sgradevole scoperta che la cucina in realtà non era fornita di fornelli, come diceva il sito, ci siamo sistemati e tuffati fuori alla ricerca di qualcosa da mangiare, erano le 22,00 e la pioggia aveva deciso di creare un'acquazzone. Così ci lanciammo sicuri nel bar/locale più vicino, il Café Orwel, dove mangiammo due sandwich in stile vegano/vegetariano particolare. Il locale si presentava come un loft con grosse finestrone, aperte nonostante la pioggia, con bici al suo interno e un mini palco dove da lì a poco vivremo una delle esperienze più belle e strane musicalmente parlando.
Oltre questo troverete locali che appaiono e scompaiono dietro muri senza scritte e riconoscimenti o orari, tanto che ogni giorno per i 4 giorni di permanenza scoprimmo un locale nuovo ogni sera. La zona nonostante l'apparenza, malfamata, è giovanile, solare e soprattutto artistica.


New York Loft Hostel, NY, USA, Agosto 2011


L'ostello in se si presenta come artistico anch'esso, il personale è giovane e alla mano inoltre se siete fortunati e capiterete una domenica sera ci sarà un magnifico BBQ gratuito per tutti gli ospiti, che noi abbiamo saltato a causa della pioggia. Lo spazio in comune è assai poco. La cosa più bella è lo spazio all'aperto che moltiplica gli ambienti creando posti per tutti. La colazione è veramente ricca, la cosa che più ci divertiva erano i milioni di tipi di cereali che ogni mattina vi erano sotto forma di buste ultra mega famigliari. Per finire siamo a Brooklyn signori, ovviamente non sarà il luogo in cui addentrarsi da soli di notte con la faccia da turista, però è un'esperienza unica e molto popolare. Le distanze con la metrò per Manhattan non sono esagerate in 20 minuti raggiungete il centro e la fermata di essa è proprio dietro l'ostello.

Pulizia :) :) :)
tecnologia :)
cucina :) :)
bagni :) :) :)
staff :) :) :) :)
posizione :) :)
prezzo :) :) :)

 WYW

venerdì 27 aprile 2012

Nasi all'in sù


L'importanza sia nel tuo sguardo non nella cosa guardata” (Andrè Gide), nasce con questa sfumatura il viaggio verso alcune città degli Stati Uniti.

Dopo un gelido inverno dedicato allo studio, per raggiungere il giorno della laurea, si parte, io e il mio compagno siamo pronti nell'affrontare il viaggio nelle città più conosciute degli Stati Uniti, costa est, da un nuovo punto di vista, non masticato e tritato dai media, ma con uno sguardo vergine.

Il nostro intento è di provare una sensazione simile a quello dei pionieri, che vedendo questa immensa terra non si sentirono più a casa, ma addirittura in un altro mondo, Il Nuovo Mondo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...